Ottenere una certificazione BRC Iop significa intraprendere un percorso volontario atto ad adeguare la propria attività ai requisiti stabiliti da questo standard privato anglossasone in materia di qualità e sicurezza alimentare per il settore dei materiali a contatto con gli alimenti (Food Contact Materials).

È uno standard privato, a suo tempo sviluppato dal BRC (British Retail Consortium, che dal 2016 è stato acquisito dal gruppo anglosassone LGC Limited) in collaborazione con l’Istitute of Packaging collocabile fra gli schemi di certificazione privata di prodotto ma con una visione integrata con requisiti di sistema.

È rivolta a:

  • Produzione di materiali destinati a contatto con l’alimento MCA
  • Trasformazione di materiali a contatto con l’alimento MCA, incluso il riconfezionamento
  • Distributori di materiali a contatto con l’alimento MCA
  • Utilizzatori di packaging destinato al contatto alimentare che producono o trasformano MCA nelle linee di confezionamento
  • Produttori di imballaggi e materiali di imballaggio per prodotti cosmetici
  • Produttori di imballaggi e materiali di imballaggio per articoli per l’igiene personale
  • Produttori di imballaggi e materiali di imballaggio per materiali di consumo assimilabili alle categorie precedentemente descritte

Questo percorso certificativo prevede il rispetto di requisiti specifici, che riguardano:

  • Un forte impegno dell’Alta Direzione
  • adozione di sistemi di gestione dell’analisi dei rischi e dei pericoli (secondo il metodo HACCP)
  • Un sistema documentato di gestione della qualità
  • Un adeguato sistema programmato di prerequisiti (PRP) per il controllo dell’ambiente produttivo, dei processi, del prodotto e del personale.
  • PI.GA. Service sas di Pironi Serena & c. offre la propria consulenza per supportare l’organizzazione in ognuno dei sette punti fino al conseguimento della certificazione BRC IoP, e al successivo rinnovo, nel modo più semplice, rapido e corretto possibile.
  • Prepararsi alla certificazione implica impegno di risorse umane, economiche, formazione ed attività di verifica ed ispezione, nonché attività di auditing presso i fornitori e in seno l’attività.
  • Non riguarda solo la produzione, ma anche tutte le funzioni correlate, dagli acquisiti alla logistica.

PI.GA. Service sostiene l’azienda in ogni fase di questo processo, cercando di guidare le risorse per ottenere questo obiettivo comune, che poi va mantenuto e migliorato negli anni successivi.

Per i clienti la certificazione è sinonimo di sicurezza e di affidibalità.

Il protocollo BRC packaging appartiene alla categoria delle certificazioni volontarie, ma sta via via diventando sempre più fondamentale, soprattutto per quegli operatori del settore alimentare che intendono lavorare con la grande distribuzione organizzata anglosassone. Gli standard BRC rispondono infatti ai criteri stabiliti dalla Global Food Safety Initiative (GFSI) – The Food Business Forum, al fine di ridurre i rischi di sicurezza alimentare.

Si tratta di standard accettati dalla maggioranza dei retailer, ma assolutamente richiesti dalla GDO anglosassone, che si basano su un sistema HACCP associato all’adozione di buone procedure di lavorazione GMP (Good Manufacturing Practice), GLP (Good Laboratory Practice), e GHP (Good Hygiene Practice).

fresh-berries